Passa al contenuto

50% SCONTI + Spedizione Espressa Gratuita in 24-48 ore.

PAGAMENTO GRATUITO ALLA CONSEGNA DISPONIBILE 💶

GIOIELLI CON UNO SCOPO PROFONDO 🎁⚡

Hai bisogno di aiuto?

Come le api da miele costruiscono perfette e pratiche celle di cera a sei facce

Come le api da miele costruiscono perfette e pratiche celle di cera a sei facce

Molte teorie elaborate spiegano la forma a sei lati del nido d'ape, ma la vera risposta potrebbe venire dalle bolle di sapone.

Per tutto il tempo in cui l'uomo ha inseguito le api da miele, è stato affascinato dalla forma delle celle del favo. Fin dall'inizio, sono stati attribuiti alle api da miele molti tipi di intelligenza che potrebbero spiegare la loro straordinaria capacità di costruire esagoni perfetti. Se avete mai provato a disegnare un esagono regolare, con lati uguali e angoli uguali, sapete quanto può essere difficile.

La scienza delle bolle di sapone
La teoria più plausibile è che le api da miele non costruiscano esagoni. Costruiscono invece cilindri di cera che si conformano alla forma del loro corpo. Prendono i fiocchi di cera secreti, li ammorbidiscono con le mandibole e li assemblano in un tubo intorno a sé. Per le celle delle operaie, costruiscono una dimensione adatta. Le api piccole costruiscono celle piccole e le api grandi costruiscono celle più grandi.

Le aree appiattite si formano dove due cellule si toccano. L'esempio più evidente è quello delle bolle di sapone. Ogni volta che due bolle si toccano, si forma una parete piatta tra di loro. Immaginate di costruire una fila dopo l'altra di cilindri ben compressi. Se li riscaldate in modo che le pareti scorrano come un liquido, si formeranno lati piatti ovunque si tocchino, proprio come le bolle di sapone.

Il calore trasforma le cellule circolari in esagonali
I ricercatori ritengono che le celle, una volta costruite, vengano riscaldate dal corpo delle api, il che fa sì che i lati comuni si uniscano e formino una parete piatta. Essendo strettamente impacchettate, le file formano una serie di esagoni che noi riconosciamo come favo.

Nel loro articolo "Honeybee combs: how the circular cells transform into rounded hexagons" (2013), B. L. Karihaloo, K. Zhang e J. Wang riferiscono che la transizione dai lati rotondi a quelli piatti può avvenire in pochi secondi, a seconda della temperatura della cera.

Altre forme cellulari sono comuni in una colonia
Alcune delle prove più convincenti della teoria delle bolle di sapone si trovano non nelle cellule di forma perfetta, ma in quelle imperfette. Per esempio, ovunque le cellule non siano strettamente impacchettate, come all'intersezione tra le cellule operaie e quelle dei droni, si possono trovare molte altre forme. In quest'area non sono rare le cellule a quattro o cinque lati. Alcune sembrano piuttosto casuali, allungate in modo strano per incontrare un'altra cella.

Sono interessanti anche le forme delle celle della regina e delle celle dello sciame. Poiché le celle della regina sono costruite separatamente e non toccano altre celle, rimangono cilindriche. Anche le celle regine che nascono su basi esagonali si allontanano presto dalla forma in rilievo e diventano cilindriche.

Molti insetti sociali costruiscono celle esagonali
In natura, le api mellifere non sono gli unici insetti a costruire nidi esagonali. Anche alcuni loro parenti, tra cui diverse vespe, costruiscono celle esagonali, a riprova del fatto che la forma esagonale non è una caratteristica esclusiva delle api da miele. Come illustrato di seguito, i favi delle vespe sociali hanno un aspetto molto simile a quello dei favi di miele.

MATERIALI ECOLOGICI AL 100%

SALVARE INSIEME GLI IMPOLLINATORI

SPEDIZIONE ESPRESSA GRATUITA

GARANZIA DI RESO DI 14 GIORNI