Passa al contenuto

Free shipping worldwide | 30-Day free returns

50% SCONTI + Spedizione Espressa Gratuita in 24-48 ore.

PAGAMENTO GRATUITO ALLA CONSEGNA DISPONIBILE 💶

GIOIELLI CON UNO SCOPO PROFONDO 🎁⚡

Hai bisogno di aiuto?

Come iniziare l'apicoltura anche se si ha paura delle api

Come iniziare l'apicoltura anche se si ha paura delle api

Non preoccupatevi se avete paura delle vostre api. All'inizio, con calma, supererete presto l'ansia e vi sentirete a vostro agio con le api.

Avete atteso questo momento per molto tempo e finalmente è arrivato: ora possedete la vostra colonia di api da miele. Eccola, proprio nel vostro giardino. Ma in realtà avete ancora paura delle api.

Il vostro mentore vi ha aiutato a montare il nuovo alveare e a installare le api. Indossando solo un velo, ha fatto in modo che sembrasse senza sforzo. Le api sono rimaste calme e ordinate, il lavoro è stato rapido e nessuno è stato punto. Ti sei sentita perfino un po' a disagio, vestita di tutto punto con la tua scintillante armatura bianca.

Ma ora che siete da soli e vi state preparando per la vostra prima ispezione dell'alveare, vi sentite un po' a disagio. Forse più di un pizzico, quindi rimandate di qualche ora. Riordinate la cucina, pagate qualche bolletta, fate un carico di biancheria. Con questo elenco di faccende banali, forse potete concentrarvi sull'alveare.

Le ore diventano giorni, ma non avete ancora ispezionato le api. Il vostro mentore vi chiede come è andata, ma voi non rispondete. Prima ispezionerete, poi risponderete. Dopotutto, non volete fare la figura dei pappamolle.

Il dubbio su se stessi è comune e la paura è normale
Ci siamo passati tutti. Guardare le persone che lavorano le api o leggere di ispezioni è una cosa, ma farlo davvero da soli è completamente diverso. Ciò che sembrava così tranquillo e ovvio diventa improvvisamente intimidatorio e semplicemente spaventoso. Improvvisamente, i "e se" si affollano nella vostra testa.

E se si viene punti? E se le api decidono che siete arrostiti e si coalizzano contro di voi? E se vi cade una scatola? Se schiacciate la vostra regina? Non riuscite a capire come si ricompone il tutto? E se non riuscite più ad andare avanti? E allora? Cosa accadrà alle api? A voi? Cosa ti ha fatto pensare di poterlo fare?

Ho visto un sacco di detenuti, muscolosi incarcerati per ogni tipo di crimine sfacciato, fremere quando è arrivato il loro turno di sollevare un telaino di api da miele. Ok, ammetto che mi ha fatto ridacchiare, cosa che un mentore non dovrebbe mai fare, ma sono abbastanza sicuro che fossero troppo terrorizzati per notarlo.

Tutti hanno delle paure di qualche tipo
Una volta chiesi a un amico perfettamente in forma di aiutarmi a sollevare una cassetta e a trasportarla su un altro supporto dell'alveare. Questa persona era un esperto alpinista di cui forse riconoscerete il nome. Aveva battuto dei record facendo cose che nessuno aveva mai fatto in Nepal. Ma era nervoso come un gatto per aiutarmi. Gli ho sistemato la tuta, il velo e i guanti e gli ho assicurato che sarebbe andato tutto bene. Tutto quello che doveva fare era aiutarmi a trasportare una cassetta di covata profonda e piena di api per circa 6 metri. Avevo bisogno di aiuto perché la cassetta era troppo pesante per me da sola.

Circa a metà strada verso la nostra destinazione, la paura lo ha sopraffatto. Era semplicemente terrorizzato dalle api, alcune delle quali erano uscite dall'alveare e giravano dolcemente. Senza preavviso, il mio amico lasciò cadere la sua estremità e si mise a correre.

Istintivamente, piegai le ginocchia e cercai di abbassare la scatola a terra, ma pesavo poco più della scatola e persi il controllo. Mi accasciai a terra e la scatola atterrò con un tonfo. A quel punto, perbacco, il mio amico ha potuto vedere come sono fatte le api arrabbiate.

Accettare piuttosto che combattere la paura
Ho citato queste storie per dimostrare che anche le persone coraggiose o violente hanno problemi con la paura. Solo perché si è impavidi in alcuni aspetti della vita, non significa che si possa affrontare un'ape con i nervi saldi.

Da bambini, temiamo le cose che fanno male fin dall'inizio. Poi sentiamo storie che confermano le nostre paure e le peggiorano. Per superare questa trepidazione intrinseca, dobbiamo fare uno sforzo coscienzioso. È necessario lavorarci su.

La buona notizia è che potete farcela, come hanno fatto migliaia di altri prima di voi. Quasi tutti iniziano con una certa paura delle api.

Fate piccoli passi finché non avrete più paura delle api
Una volta avevo una compagna di stanza al college che aveva una paura mortale dei serpenti. Saltava senza controllo se ne vedeva uno in foto. Con mia grande sorpresa, si offrì volontaria per partecipare a uno studio di desensibilizzazione condotto dal dipartimento di psicologia.

Il primo giorno dovette entrare in una grande stanza dove un serpente innocuo in un contenitore di vetro coperto era seduto su un tavolo in fondo alla stanza. All'inizio le hanno chiesto di spingersi solo fino al punto più comodo per lei, il che significa che non ha nemmeno varcato la porta. Dopo una settimana di sedute quotidiane, finalmente riuscì a entrare nella stanza.

Settimane dopo, riuscì ad avvicinarsi al tavolo e, alla fine del semestre, a toccare leggermente il vetro. Non è mai arrivata a permettere di sollevare il coperchio, ma ho ammirato la sua determinazione a migliorare la sua vita.

Forzarsi troppo presto può portare a degli errori
La mia compagna di stanza era un caso estremo e non aveva alcun desiderio di diventare super-amichevole con la sua nemesi. Tuttavia, invito gli apicoltori che hanno paura delle api ad adottare un approccio simile. Ovvero, iniziare lentamente, fare piccoli passi, quindi cercare di scoprire cosa fa scattare la paura e perché.

Non credo che sia un bene per voi o per le api forzarvi. Quando si ha paura, si è più inclini a commettere errori, ad affrettare il lavoro, a ferire le api o a fare una valutazione incompleta della colonia. L'attenzione si concentra sul lavoro da svolgere piuttosto che sull'accuratezza.

Semplici passi per superare la paura delle api
Ecco alcune cose che potete fare nei primi giorni e nelle prime settimane di apicoltura e che potrebbero aiutarvi a calmare il nervosismo. Il punto di partenza dipende dal vostro grado di nervosismo, ma se siete estremamente a disagio, cominciate dall'inizio.

  • Nei primi giorni, camminate vicino all'arnia senza aprirla. Ascoltate l'attività delle api, osservatele mentre vanno e vengono e studiate le api che vedete sui fiori.
  • Una volta che vi sentite a vostro agio a camminare vicino all'arnia, provate a rompere il coperchio. Aprite l'arnia dal retro e sbirciate all'interno. Osservate le api per un po' prima di richiuderla.
  • Quando siete pronti, togliete il coperchio e osservate le api. Mettete da parte il coperchio e osservate come si comportano le api senza il coperchio. Nella maggior parte dei casi si comportano come al solito. Se una di esse vi colpisce in testa, potrebbe essere spaventosa, ma vedrete come la vostra tuta o il vostro velo vi proteggono.
  • Quando siete bravi ad aprire l'arnia e siete abituati a vedere qualche ape che controlla la vostra tuta, estraete delicatamente un telaino e mettetelo da parte per qualche minuto. Osservate le api per un po'. Mettete la mano guantata su una barra superiore e lasciate che alcune api striscino sul guanto. Lasciatevi qualche minuto con le api (ma non troppo) e poi rimettete il telaino e chiudete l'arnia.
  • Una volta che vi sentite a vostro agio nell'estrarre uno o due telaini, siete quasi pronti per un'ispezione vera e propria. Ma se vi innervosite, iniziate a tremare o sentite il cuore battere all'impazzata, chiudete per oggi. Respirate (ma non sulle api). Potrete sempre riprovare domani.
  • Quando siete pronti per la prima ispezione, iniziate a dichiarare il vostro obiettivo. Una volta chiarito l'obiettivo (ad esempio, la ricerca della formazione del favo o la verifica della presenza di uova), rivedete i passi da compiere durante l'ispezione vera e propria. A mio avviso, conoscere l'obiettivo specifico e il modo in cui lo si raggiungerà è fondamentale per una buona ispezione.
  • Se iniziate ad avere paura, invertite la rotta e chiudete l'arnia. È meglio fermarsi e fare un po' di ordine piuttosto che procedere a tentoni e magari ferire le api o farsi pungere.
  • Prendete nota delle domande che volete porre al vostro tutor o di eventuali dubbi sull'alveare.

Un avvertimento sugli apicoltori utili
Non lasciate che sia qualcun altro a decidere quanta attrezzatura protettiva dovete indossare. È una decisione che spetta a voi. Dopo decenni di apicoltura, trovo ancora persone che cercano di intimidirmi per farmi indossare guanti o tute. Perché si preoccupano?

Siamo tutti diversi e abbiamo ragioni personali per le nostre scelte. Conosco apicoltori che non indossano alcun indumento protettivo e altri che indossano tute complete per fare il lavoro più piccolo. Non sono affari miei e non cercherei mai di convincere qualcuno a fare diversamente.

Allo stesso modo, non lasciate che qualcuno, anche un mentore, vi spinga più velocemente di quanto vogliate. L'apicoltura non è una gara. E a volte facciamo qualche passo avanti, per poi fare qualche passo indietro. Va bene così e fa parte del processo di apprendimento.

Va bene iniziare a passo di lumaca. Saprete quando è il momento di fare il passo successivo. Prima che ve ne rendiate conto, avrete il pilota automatico e vi sentirete completamente a vostro agio (almeno nella maggior parte dei giorni) con le vostre api. Congratulazioni! Ora siete sulla buona strada per diventare un apicoltore competente e attento.

MATERIALI ECOLOGICI AL 100%

SALVARE INSIEME GLI IMPOLLINATORI

SPEDIZIONE ESPRESSA GRATUITA

GARANZIA DI RESO DI 14 GIORNI